Press "Enter" to skip to content

10 rimedi naturali per le vene varicose

La varicosi, denominata anche varici o vene varicose, è un disturbo che consiste nella dilatazione delle vene (gavoccioli venosi) e colpisce perlopiù i vasi degli arti inferiori. La varicosi è dovuta a una perdita di tono delle vene, le quali assumono un andamento tortuoso e presentano evidenti nodosità e a un malfunzionamento delle valvole.

Va detto che la principale causa di questa patologia, che colpisce soprattutto le vene più superficiali delle gambe e che spesso è ereditaria, è l’insufficienza venosa, ovvero una circolazione rallentata che comporta un difficoltoso ritorno del sangue al cuore.

La comparsa delle varici, inoltre, può anche essere dovuta a fattori fisici (gravidanza, sbalzi ormonali, ecc), alle cattive abitudini (vizio del fumo, alimentazione scorretta, vita sedentaria, ecc.) o ad alcune condizioni patologiche (trombosi venosa profonda, compromissione dei vasi, l’obesità, il cattivo funzionamento della pompa muscolare, ecc.).

Oltre a essere antiestetiche, le vene varicose sono anche invalidanti, in quanto causano dolore, una intensa sensazione di pesantezza alle gambe, crampi, prurito, gonfiore e formicolii.

Si tratta di una delle più diffuse malattie del mondo occidentale: basti pensare che nel nostro Paese riguarda il 40% delle donne e il 25% degli uomini.

Come contrastare le vene varicose

Per contrastare le vene varicose è possibile ricorrere ai seguenti rimedi naturali:

  1. Tenere sotto controllo il peso corporeo: mantenendo, infatti, il proprio peso forma è possibile evitare una degenerazione della varicosi. A tal fine si consiglia di aderire a un regime alimentare sano ed equilibrato: frutta e verdura a volontà, drastica riduzione del sale e delle bevande alcoliche.
  2. Praticare regolarmente una sana attività fisica costituisce la soluzione ideale per migliorare la circolazione del sangue. Ad esempio è consigliabile effettuare una camminata al dì di almeno 30 minuti, una passeggiata in bicicletta oppure di iscriversi a un corso di nuoto. Da evitare, invece, gli sport che prevedono sforzi eccessivi e movimenti bruschi.
  3. Quando si dorme posizionare un cuscino sotto i piedi, in modo che risultino di qualche centimetro più in alto del cuore, è un metodo assai utile per ridurre i disturbi legati alla cattiva circolazione.
  4. Applicare quotidianamente una pomata o un unguento a base di calendula (Calendula officinalis) sulle vene varicose; grazie alle sue proprietà astringenti e rinfrescanti, contribuirà a favorire una corretta circolazione sanguigna. A questo prpposito consigliamo Varyforte oppure Varikosette
  5. Applicare l’Ippocastano (Aesculus hippocastanum) sulle varici: esso, infatti, grazie alle sue proprietà vasoprotettrici, è in grado di migliorare in maniera significativa la circolazione sanguigna periferica, tonificando le pareti venose e restringendo i vasi dilatati.
  6. L’Idroterapia, che è un’ottima soluzione per irrobustire vene e capillari; per esempio il percorso di Kneipp, che alternando getti di acqua fredda e calda mentre si cammina, consente di ottenere un profondo rilassamento e una rigenerazione e ossigenazione dei tessuti.
  7. L’olio essenziale di cipresso, che migliora il drenaggio linfatico, riduce l’inestetismo delle vene varicose e dona un immediato sollievo. Si consiglia di massaggiare l’olio sulle varici, procedendo dal basso verso l’alto, per 2 o 3 volte al dì.
  8. Inserire nella propria dieta il giusto apporto di vitamina C, che favorisce la produzione di collagene.
  9. Le gocce di rusco, che vanno assunte immediatamente dopo i pasti; esse, infatti, svolgono una efficace attività vasocostrittrice sulle pareti venose.
  10. Infine l’applicazione quotidiana (appena svegli al mattino e prima di andare a letto) di aceto di mele diluito sulle varici aiuta a migliorare la circolazione e a ridurre il gonfiore.